Potrebbe essere ulteriormente depotenziato l’ospedale di Boscotrecase, che serve una platea di alcune centinaia di migliaia di persone e dove già strumenti e personale sono ridotti all’osso, fino a terminare più volte al centro delle cronache per presunti casi di malasanità. A lanciare l’allarme è il sindaco di Torre Annunziata, Giosuè Starita.

«Pensare di depotenziare un presidio ospedaliero a cui fa riferimento una platea di circa 150mila utenti significa privare i cittadini del proprio diritto alla salute – dice – c’è il rischio di chiusura di alcuni reparti dell’ospedale Sant’Anna e Madonna della Neve di Boscotrecase” ma  la struttura deve essere valorizzata e riqualificata, sia provvedendo alla copertura dei posti ancora vacanti come sanitari e parasanitari, e sia risistemando le aree esterne, oggi completamente abbandonate».

«Il nostro territorio non può permettersi di perdere nemmeno un tassello dell’assistenza sanitaria pubblica, ma anzi – conclude – deve in ogni modo migliorare i suoi servizi per rendere all’utenza un servizio sempre migliore».

ospedale boscotre