Enel Playenergy: vincono il concorso le scuole di San Giuseppe e Somma Vesuviana

30

Oltre 40 scuole, 2.000 studenti partecipanti da tutta la regione e 590 progetti presentati: sono questi i numeri campani del concorso Enel Playenergy, che vede studenti delle scuole di ogni ordine e grado confrontarsi con i temi dell’energia e dell’ambiente. La giuria regionale, formata da Riccardo Izzo, Consigliere Segretario Cup (Comitato ordini Professionali) Napoli e Campania delegato dell’assessorato ai Giovani del Comune, Angelo Durso dell’Ufficio Scolastico Regionale, Rosa Benigno, giornalista de Il Roma, e rappresentanti di Enel, ha selezionato i vincitori per l’anno scolastico 2014/2015.

L’edizione 2015 ha sfidato le classi con 5 sezioni, dalle quali partire per inventare e dare spazio alla creatività: “Cosa potete fare con l’energia… Innovare, progettare, agire, comunicare e viaggiare”. Per la Categoria Scuola Primaria la giuria ha assegnato il titolo di vincitore regionale alle classi III A e III D della scuola I Circolo Didattico di San Giuseppe Vesuviano. Gli alunni hanno realizzato un tappeto che si illumina a contatto con il piede, per ricordare alle persone di togliere le scarpe quando entrano in casa per evitare di portare con sé lo sporco raccolto fuori.

Un comportamento sostenibile che è stato approfondito in una ricerca che mette in luce i vantaggi di questo semplice gesto. Per la Categoria Scuola Secondaria di primo grado la giuria ha scelto di premiare la III A della scuola Montessori di Somma Vesuviana che ha presentato il “Sunny gadget”, un piccolo caricabatterie solare da portare sempre con sé. I ragazzi hanno anche immaginato al diffusione di questo piccolo strumento, da adottare come gadget per la diffusione su larga scala.

playenergy

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE