Sabato 12 settembre, in piazza Regina Margherita, a San Gennaro Vesuviano, dalle ore 15,30 alle ore 19,30, saranno attivi banchetti firme per cancellare la legge 107 di Renzi sulla scuola (“Buona Scuola”), attraverso un referendum abrogativo .

Per aderire occorre solo la carta di identità. Tanto l’impegno di politici e non che, nella cittadina vesuviana, lottano per la causa. Su tutti l’Avv Andrea D’Alia, consigliere d’opposizione, e lo stesso sindaco, Antonio Russo, che stanno combattendo tenacemente al fianco di genitori ed insegnanti di San Gennaro Vesuviano.

Il Governo, invece di ridurre gli sprechi pubblici, pensa di sopperire alla scarsità di fondi attraverso il ricorso a sponsor privati…La raccomandazione sostituirà il merito…Con la durata triennale dei contratti dei docenti, sarà compromessa seriamente la “continuità didattica”…Con il blocco delle supplenze i primi ad essere penalizzati saranno i bambini con bisogni educativi speciali, poiché le insegnanti di sostegno compresenti in classe saranno le prime ad essere utilizzate per supplenze temporanee…“, sono solo alcuni degli aspetti negativi della legge Renzi, evidenziati in una locandina creata per l’occasione.

 

raccolta firme