Sulla Statale 268 non si respira: una decina di incendi nel tratto di Poggiomarino


245

È stato sufficiente superare lo svincolo di Palma Campania per sentire già al naso la puzza acre di qualcosa che andava in fumo: una serie incredibile di roghi agricoli che nel tardo pomeriggio ha invaso le campagne di Poggiomarino. Fumo bianco ad ogni angolo, molto visibile sulla Statale 268 dei Paesi Vesuviani nel tratto che va dagli svincoli di Poggiomarino  – San Giuseppe Vesuviano e sono a Poggiomarino – Boscoreale.



L’inferno in tre chilometri, insomma, che ha portato a decine di segnalazioni dei cittadini ai vigili del fuoco ed alla protezione civile Crystal, incaricata dal Comune di tenere sotto osservazione e di prevenire, oltre che di intervenire, sui roghi agricolo. Ma in questo caso è stati impossibile riuscire a fare qualcosa per evitare che gli incendi potessero dilagare: troppi tutti insieme.

E chi si è trovato a transitare intorno alle 18,30 sulla “superstrada della morte” ha potuto vedere con i propri occhi, oltre che sentire con il proprio naso, il pericolo dei falò appiccati in serie tra le campagne intorno a Poggiomarino: un problema che diventa sempre più serio soprattutto quando non si fa altro che parlare di Terra dei Fuochi. Spesso, infatti, tra le fiamme finisce pure qualche rifiuto oltre che sterpaglie e fogliame.

roghi agricoli

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE