L’associazione Rinascita Civile Vesuviana lancia una gara di solidarietà volta a risolvere un caso estremamente drammatico. Anna (Il nome è di fantasia) è una ragazza siciliana quarantenne, sola ed indigente, che si trova a combattere una rara forma di cancro: un carcinoma vulvare che la tormenta da tre lunghi anni. Dopo due interventi chirurgici molto invasivi, e diversi lunghi ricoveri in vari ospedali siciliani, Anna, su consiglio di vari specialisti, si è rivolta all’Istituto Nazionale dei Tumori, dove è rimasta in cura costante fino al settembre del 2014.

A causa della sua precaria situazione economica (ogni ricovero e visita prevedeva una permanenza a Milano da un periodo minimo di una settimana, ad un massimo di 20 giorni, con costi insostenibili per una donna sola e disoccupata), Anna è stata costretta ad abbandonare il percorso terapeutico intrapreso a Milano, tornando a casa sua in Sicilia. Ma, il destino beffardo, ha fatto sì che anche le sue già precarie condizioni di salute precipitassero di nuovo, col tumore che ha continuato ad avanzare, costringendola a rivolgersi all’ospedale Gemelli di Roma, dove ha subito l’ennesimo intervento con successivo lungo ricovero. Ora, Anna, sola e stremata, senza alcun familiare o amico a sostenerla, dovrà affrontare un nuovo percorso chemioterapico a Roma, all’inizio del mese di settembre, per poi tornare a monitorare la situazione ogni due mesi circa. Ormai la sua condizione è disperata, urge un aiuto economico serio.

Per questo Rinascita Civile Vesuviana invita tutti a fare un piccolo sforzo economico, caricando una somma di denaro sul seguente indirizzo POSTEPAY, intestato ad una persona di stretta fiducia, che recapiterà il denaro direttamente ad Anna: 4023600652686769 – PLMPLA77A56G813Z – Palomba Paola. Diamo tutti una mano. Rinunciando, ad esempio, ad una pizza in compagnia o ad un semplice pacchetto di sigarette, potremo aiutare concretamente Anna in questa dura battaglia per la vita.

Rinascita Civile foto di gruppo