Viveva a Somma Vesuviana, Anatoliy Korov, l’ucraino 38enne ucciso ieri sera all’interno del supermarket Piccola in via Selva a Castello di Cisterna. L’uomo, padre di tre figli, era un muratore e da dieci anni si trovava regolarmente in Italia: fare la spesa gli è stato fatale.

A quanto pare, Anatoliy è stato colpito da cinque colpi di pistola: due alle gambe, uno al ventre e due alla testa. Poi addirittura alcuni fendenti, pare tirati con una penna. I dipendenti del supermercato hanno provato a rianimare il manovale, ma non c’è stato nulla da fare.

Il 38enne è deceduto perché da eroe, nonostante la presenza della figlioletta di pochi, ha provato a bloccare i rapinatori che avevano fatto irruzione nell’attività commerciale. La rapina è stata sventata, ma l’operaio ha perso la vita.

supermercato anatoliy