La morte di Iacolare, il superkiller di Cutolo accusato di 12 omicidi


1979

Dodici omicidi compiuti tra gli anni Settanta ed Ottanta: secondo i magistrati Corrado Iacolare doveva rispondere di una vera e propria mattanza messa in atto dal superboss Raffaele Cutolo e di cui lo stesso Iacolare era il killer e braccio destro più fidato.



Tuttavia il luogotenente della Nuova Camorra Organizzata è stato davvero pochissimo in cella: quattro anni dal 1989 al 1993 quando ottenne la scarcerazione per poi andare via in Sudamerica dove ha girato Brasile, Argentina, Uruguay ed appunto Paraguay dove è morto due settimane fa.

Nel 1985 a Giugliano, sua città natale, i gruppo camorristici rivali provarono ad ucciderlo: spararono oltre duecento tra colpi di mitra e pistola, ma Iacolare riuscì a sfuggire all’agguato.

iacolare

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE