In strada e sui social network: il dolore per la morte del 19enne Gaetano La Marca è sentito da tutta San Gennaro Vesuviano ed anche nelle città limitrofe. Un giovane benvoluto è la vittima dell’incidente all’alba di ieri sulla Statale 162 e con la passione per il calcio. Uno dei messaggio per Gaetano arriva in tal senso dall’Acd Sangennarese, di cui Gaetano era molto tifoso: «Apprendiamo dagli organi d’informazione la tragica notizia. Se ne va un ragazzo “pulito”, perbene, un concittadino, un tifoso. Ti conoscevamo bene, non saltavi una partita e spesso ci seguivi pure in trasferta. Tra poco comincerà la preparazione e tu come sempre saresti stato lì a chiedere di nuovi acquisti e obiettivi stagionali. Sappi che ogni vittoria, ogni goal ed ogni gioia sarà per prima dedicata a te; da oggi in Paradiso abbiamo un altro tifoso».

Intanto l’attenzione degli investigatori si concentra su Arcangelo Ambrosio il 21enne di San Gennarello di Ottaviano che era alla guida della Fiat Palio uscita fuori strada ed a cui è stata amputata una gamba. L’alcoltest effettuato sul giovane è risultato positivo: tre volte superiore ai limiti consentiti dalla legge, 1,60 gr/lt (0,50 valore massimo consentito). Il 21enne rischia ora un procedimento penale per omicidio colposo, lesioni colpose aggravate e guida in stato di ebbrezza. Indagato anche il giovane G. F. alla guida della Golf, con l’accusa di omicidio colposo e lesioni aggravate.

gaetano la marca (2)