I carabinieri di Ottaviano hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Nola, su richiesta della Procura, nei confronti di Geremia Giugliano, 28enne di San Gennaro Vesuviano ritenuto responsabile di una serie di rapine tutte commesse ai danni di prostitute.

Invogliato dai guadagni sicuri e dall’improbabilità della denuncia da parte delle vittime, tra il dicembre del 2014 e l’aprile del 2015, secondo i risultati investigativi, Giugliano si sarebbe reso responsabile di 6 rapine ai danni di prostitute e transessuali (tra i 20 e i 30 anni di età), tutte commesse in aree della fascia orientale di Napoli. Il modus operandi era sempre lo stesso: approcciava le sue vittime come cliente, e dopo averle costrette a subire abusi sessuali le rapinava del contante.

L’errore del serial rapinatore è stato quello di usare l’auto di un familiare, attraverso la quale, dopo la denuncia da parte di una delle vittime, è stato possibile avviare un’indagine, ricostruire i colpi e identificare le vittime. Dopo le formalità di rito il 28enne è stato portato nel carcere di Poggioreale.

prostitute