Home Cronaca Carabinieri feriti dopo inseguimento sulla 268, gli 007: «Sulla moto c’era il...

Carabinieri feriti dopo inseguimento sulla 268, gli 007: «Sulla moto c’era il babyboss Sibillo»

C’era forse il super baby boss Pasquale Sibillo su quella moto che i carabinieri hanno inseguito per oltre dieci chilometri da Ponticelli e Somma Vesuviana, per poi finire con la gazzella contro un palo della luce. Gli 007 ne sono praticamente convinti, ed anzi c’è di più: il ras del clan dei ragazzini del ventre di Napoli potrebbe nascondersi proprio nelle campagne di Somma da qualche conoscente, e ne uscirà soltanto quando sarà calato il silenzio sul ferimento dei due militari dell’Arma.

A dare la notizia è il quotidiano Roma che riporta l’ipotesi su cui stanno lavorando gli investigatori e la Dda, del resto le forze dell’ordine sono riuscite a fornire una descrizione dei due centauri. Pasquale Sibillo torna a Napoli di notte e lo fa con affiliati che gli fanno da scorta. Tre giorni fa era in città ed è stato visto da almeno dieci persone. Secondo i più informati ha impugnato una pistola ed ha fatto fuoco più volte in aria nei pressi di via Oronzio Costa. Un messaggio chiaro: io sono qui e non mollo.

 

Posting....
Exit mobile version