Era agli arresti domiciliari ma ha deciso in più occasioni di violarli. Per il giovane narcos, Michele Tasseri, si sono dunque aperte le porte del carcere. Il 22enne finì in guai seri con l’operazione Tortuga, la stessa che smantellò il traffico di droga al Piano Napoli condotto però dai clan della camorra napoletana.

Lo stesso Tasseri, infatti, è di Casoria ma in quel periodo si trovava in via Settetermini, dove tra l’altro sarebbe stato appunto rivisto durante il suo regime di detenzione alternativa al carcere. Ad ammanettarlo i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata.

carabinieri