Si è dimesso l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Boscoreale, Raimondo Dino Marcone. Ed è lo stesso ormai ex esponente della Giunta Balzano a spiegare i motivi in una lettera aperta. Ufficialmente c’è la volontà di dedicarsi di più alla famiglia. Dunque lo stesso Marcone smentisce frizioni. In basso ecco il testo della lettera.

Al fine di ringraziare quanti hanno avuto fiducia in me, dandomi questa splendida opportunità di lavorare per il mio paese, preso atto della solita inutile e fraudolenta presenza di voci e “inciuci” che nulla aggiungono a quanto si dovrebbe dire e fare quando si è investiti di una pubblica funzione,  sento la necessità di chiarire le ragioni per le quali ho deciso di porre fine alla mia esperienza nella giunta del sindaco Balzano.

Ho sempre inteso il mio impegno politico quale totale dedizione, in termini di tempo ed energia fisica e mentale, ad un servizio per la comunità, e in tal senso ho sempre operato. Nondimeno ritengo che ci siano priorità assolute e responsabilità a cui penso che un uomo non debba e non possa mai sottrarsi. Al momento, purtroppo, ho l’assoluta necessità assoluta di dedicarmi alla mia famiglia per cui, non potendo garantire lo stesso impegno profuso fino ad oggi, preferisco – responsabilmente – lasciare ad altri il testimone di un incarico di cui, orgogliosamente, ricordo i risultati conseguiti ed in via di conseguimento: I lavori di manutenzione straordinaria della scuola primaria e della scuola media del Piano Napoli in via Passanti, la realizzazione della sede distaccata della Sma Campania, l’istituzione del servizio delle guardie ambientali, l’avvio dell’attività di compostaggio con premialità per i cittadini, incentivi per i cittadini virtuosi con premialità per chi conferisce materiale riciclabile presso l’isola ecologica sono solo alcuni dei risultati raggiunti.

A questi bisogna aggiungere che Boscoreale, attualmente, ha quattro cantieri aperti, 3 dei quali cantieri per lavori incorso negli edifici scolastici, parimenti è in corso la realizzazione delle casette dell’acqua, ed entro settembre saranno operativi i cantieri di via della Rocca, del parco pubblico di Pellegrini, per il completamento area mercatale, l’accordo di programma con la regione per il Programma di Recupero Urbano di Villa Regina, i lavori di adeguamento statico della scuola di via Cangemi e per il nicchiaio cimitero, tutti bandi già a gara in attesa di assegnazione. In soli due anni di gestione penso che sia stato tracciato il segno per operare una svolta reale che, se sostenuta e incoraggiata da una politica che voglia davvero operare in tal senso, potrebbe davvero rimodellare il volto del nostro territorio restituendolo a una doverosa dignità.

Tanto premesso, sperando di poter presto rimettere a loro completa disposizione l’esperienza e la professionalità maturata, ringrazio nuovamente il Sindaco Balzano ed il Partito Democratico per la possibilità concessami di rendermi utile al mio paese e auguro un sincero “in bocca al lupo” a chi dovrà completare e migliorare quanto già intrapreso.

marcone