Intrusione la scorsa notte all’interno degli scavi archeologici di Pompei. Alcune persone sono entrate nell’area archeologica attraverso via delle Tombe e hanno raggiunto la Villa dei Misteri. Il personale in servizio ha bloccato gli intrusi; sul posto sono intervenute le forze dell’ordine.

Dai sopralluoghi effettuati dai funzionari, rende noto la Soprintendenza, è stato appurato che «nessun danno è stato procurato ad alcuna struttura, inclusa la Villa dei Misteri che è regolarmente aperta alla fruizione del pubblico».

Sulla vicenda interviene il soprintendente Massimo Osanna: «Si tratta di un’area archeologica molto esposta – spiega – il nostro alacre lavoro è rivolto non solo alla conservazione e valorizzazione ma soprattutto alla tutela del bene per una sempre più efficace sinergia tra il supporto elettronico e il personale della Soprintendenza. È in corso un complesso progetto di videosorveglianza che aumenterà gli strumenti di controllo che prevede anche una nuova illuminazione e una nuova recinzione», conclude Osanna.

scavi notte