Toni duri della Fit-Cisl Reti contro la società Ambiente Reale a cui ha scritto, informando anche il sindaco del Comune di Boscoreale, Giuseppe Balzano, la Prefettura di Napoli e la Commissione di Garanzia. Il sindacato esprime contrarietà per «l’esternalizzazione di attività» che sarebbe in atto per il servizio pubblico di igiene ambientale e minaccia di indire uno sciopero se non si arriva a ricomposizione della vertenza.

«Premesso che non ci risultano bandi pubblici in tal senso – scrive il segretario generale Fit-Cisl Campania, Alfonso Langella – vi diffidiamo a procedere per mancato rispetto dell’articolo 8 del contratto nazionale di lavoro Federambiente. Inoltre, vi avvisiamo – aggiunge – che sentite le maestranze queste non permetteranno l’accesso a lavoratori esterni alla società che vogliano svolgere attività in house».

La Fit-Cisl Reti avvisa che avvierà nei confronti di Ambiente Reale una denuncia per condotta antisindacale ed esprime disponibilità a indire un “tavolo di raffreddamento”, per avviare una trattativa sulla vertenza aperta. Viceversa «proclamerà una prima giornata di sciopero a tutela dei diritti dei lavoratori».

ispettori ambientali