L’azienda che raccoglie i rifiuti a Palma Campania non ha solo problemi di carattere economico. A Caserta, provincia di origine dell’impresa, sorgono anche altri ostacoli relativi questa volta a tentativi di infiltrazione mafiosa che hanno già fatto perdere una commessa importante alla ditta. Il sindaco di Vitulazio, nella provincia di Terra di Lavoro, ha infatti emanato un’ordinanza in cui ha estromesso la Alba Paciello dalla raccolta incaricando con una procedura di urgenza una nuova ditta.

Proprio nei giorni scorsi, invece, il sindaco palmese, Vincenzo Carbone, aveva invece emanato un altro provvedimento, ordinando al Comune di pagare gli stipendi arretrati ai netturbini al fine di evitare altre proteste che avrebbe lasciato cumuli di immondizia tra le strade di Palma Campania. La ditta, infatti, non aveva liquidità disponibile ed il municipio palmese conta di recuperare tutto quando dovrà saldare il conto.

Spunta però adesso questa nuova grana per l’impresa che si occupa di ecologia: la Prefettura di Caserta ha infatti comunicato che la Alba Paciello ha subito tentativo di infiltrazione di carattere mafiose e tanto è stato sufficiente per essere allontanati dal Comune di Vitulazio. Una doppia difficoltà che quindi a settembre potrebbe fare nascere seri ostacoli nel rapporto con il comune palmese.

Qualche anno fa, per l’impresa ci furono simili problemi che determinarono la fine del rapporto con il Comune di San Gennaro Vesuviano: una vicenda, questa della località ai piedi del vulcano, che fu lunga e costellata di colpi di scena e di ricorsi giudiziari.

rifiuti