Era ai domiciliari ma spacciava cocaina: per questo motivo il 60enne Pasquale Mariniello, definito “nonno pusher” all’epoca del fatto, è tornato in carcere. A raccontare la vicenda è il quotidiano “Roma”. L’uomo è stato prelevato dai carabinieri presso la sua abitazione a Pomigliano d’Arco.

Una lunga “carriera” di spacciatore, quella del 60enne che si trovava costretto a casa sempre per lo smercio di sostanze stupefacenti. Poi ha continuato anche mentre era ai domiciliari, per poi finire in cella proprio per questo reato.

carabinieri mariniello