«In questi giorni di caldo tremendo, la popolazione di San Giuseppe Vesuviano ha dovuto fare i conti con una situazione al limite dell’umana sostenibilità. I cittadini sangiuseppesi, infatti, sono stati inopinatamente privati per giorni interi e, senza un valido preavviso, dell’essenziale servizio di fornitura di acqua domestica da parte della Gori S.p.A., vecchio carrozzone politico che incarna, a tutti gli effetti, una vera e propria vergogna nazionale. Come se non bastasse, ad aggravare il quadro, ha contribuito la contemporanea assenza della fornitura di energia elettrica in diverse zone del paese». A dirlo in una nota Rinascita Civile Vesuviana.

«In questo vero e proprio dramma – continua il comunicato – dobbiamo registrare, ancora una volta, la totale assenza delle istituzioni, in particolar modo del sindaco e dell’amministrazione comunale. In altri paesi limitrofi, infatti, le amministrazioni comunali hanno messo a disposizione dei cittadini in difficoltà diverse autobotti, per far fronte almeno ai casi più urgenti ed emergenziali. A San Giuseppe Vesuviano, invece, nulla di nulla, buio totale e non solo nel senso letterale del termine. Gli unici rappresentanti istituzionali che si sono fatti carico del problema sono stati i consiglieri comunali del gruppo Vocenueva, i quali prontamente hanno provveduto a presentare in consiglio comunale un’interrogazione urgente sullo scempio Gori».

A fronte dell’interrogazione, pare che il sindaco si sia impegnato a mettere a disposizione delle autobotti, impegno che sa di beffa e presa in giro, dal momento che l’acqua, per fortuna, sta già tornando a sgorgare dai rubinetti dei suoi concittadini. Nessuna risposta, invece, per quanto riguarda la sua adesione alla Rete dei sindaci per l’acqua pubblica.

«Se qualcuno ancora non l’avesse capito – spiega infine il movimento – il sindaco e l’amministrazione comunale di San Giuseppe Vesuviano sono schierati dalla parte della Gori e non da quella dei loro cittadini. Rinascita Civile Vesuviana sposa in toto la battaglia per l’acqua pubblica, contro la Gori e tutta la classe politica con essa connivente, e coglie l’occasione per ringraziare pubblicamente il gruppo Vocenueva per l’ottimo lavoro svolto nell’interesse della cittadinanza».

gori acqua