Megarissa tra pregiudicati a Poggiomarino: un ferito e 4 denunce

57

Quattro pregiudicati praticamente l’uno contro l’altro. Alla fine il bilancio è di altrettante denunce, ed un ricoverato con la testa conciata malamente dopo essere stata colpito con un oggetto contundente. Inoltre, sempre per il ferito, c’è stato il trattamento sanitario obbligatorio. Lesioni lievi anche per altri due contendenti durante la zuffa. Il fatto è accaduto ieri mattina a Poggiomarino, in via Nappi, quando per motivi da accertare un uomo ha cominciato ad inveire alla finestra di una famiglia del posto.

Il “protagonista” della vicenda è un poggiomarinese che ha scontato una pena in Francia per reati minori, dopo di cui è avvenuta la sua espulsione dal Paese d’Oltralpe per fare ritorno nella sua città natale. Un’esperienza che pare avere provocato disturbi mentali al pregiudicato, che appunto pretendeva che qualcuno gli desse dei soldi ma sostanzialmente senza motivo.

Tuttavia, si è trovato a riversare la sua furia contro le persone sbagliate: padre agli arresti domiciliari, anche se ipovedente e costretto su una sedia a rotelle, e due figli entrambi con precedenti penali. Insomma, un bel “quadretto” da cui non poteva nascere nulla di buono. Il primo a replicare, infatti, è stato uno dei due figli che è sceso in strada cercando di fermare l’uomo con le brutte maniere. Ma è stato lui ad essere colpito dal “provocatore” finendo per dovere rientrare in casa per evitare una punizione ancora maggiore.

Ed a questo punto si è scatenato il caos, perché è intervenuto l’altro fratello, stavolta con tanto di un grosso bastone e che è riuscito ad avere la meglio sull’ex detenuto in Francia. L’uomo è stato infatti colpito un paio di volte al capo ed ha cominciato a sanguinare in maniera abbondante. Naturalmente, poco dopo, sul posto sono arrivati carabinieri della stazione locale, agli ordini del maresciallo Andrea Manzo, allertati da alcune persone della zona che stavano assistendo loro malgrado ai fatti.

In via Nappi è poi giunta anche l’ambulanza del Saut di Poggiomarino che ha soccorso il ferito, arrivato in codice giallo presso il pronto soccorso dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Qui, oltre a suturare la lesione, i medici hanno anche disposto il Tso per l’uomo, considerato potenzialmente pericoloso per sé e per gli altri. Dal punto di vista legale, i contendenti alla rissa hanno finora sporto denuncia contro lo stesso ferito, ma è probabile che anche i familiari dell’uomo facciano altrettanto.

carabiniere ambulanza

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE