Intervento al femore sbagliato, poi la morte dell’86enne Tomaso Stara e l’indagine aperta dalla magistratura. E poi anche le dimissioni firmate da due giovani assistenti del reparto di Ortopedia dell’ospedale di Boscotrecase, vicini ad uno dei medici coinvolti nella vicenda.

A riportare la lettera di dimissioni è stato il quotidiano “Roma”, che cita testualmente le parole contenute all’interno della missiva: «Siamo giovani, rischiamo di rovinarci la carriera se mettiamo in curriculum questa esperienza».

Intanto tra medici andati via ed altri sospesi il reparto è in fase di stasi: sono stati addirittura rinviati alcuni interventi che erano in programma ieri ed oggi si registrano già diverse difficoltà.

ospedale boscotre