Sei titoli nazionali su poco più di venti a disposizione: e poi un’altra sfilza di podi. È andata indubbiamente benissimo per l’Asd Gabry Dance che ha partecipato con enorme successo ai campionati nazionali di danza sportiva paralimpica, riuscendo addirittura a migliorare il bottino dello scorso anno, quando gli allievi del Maestro Gabriele Cretoso tornarono a Poggiomarino già carichi di medaglie e di allori. Insomma, l’attività continua ad andare benissimo ed ha portato i ragazzi della città affetti da disabilità cognitive e motorie sul tetto d’Italia e ad avere una giornata di gloria importantissima anche e soprattutto per il morale dei giovani.

E tra tutti spunta il successo di Mariangela Correale, disabile in carrozzina per cui soltanto pochi mesi fa scattò sotto al Vesuvio una gara di solidarietà per permetterle di acquistare la sedia a rotelle da competizione su cui poi ha ottenuto il Tricolore. E c’è di più, perché proprio Mariangela, alla sua prima esperienza nel torneo nazionale, è stata indicata dalla federazione quale rappresentante dell’Italia ai prossimi mondiali di categoria che si terranno a novembre a Roma. Insomma, doppia responsabilità per la ragazza in carrozzina, che non solo porterà il vessillo della bandiera del Belpaese, ma lo farà anche in casa e con tutte le pressioni che comporta.

E pensare che sino a dicembre la ragazza ballava su una normalissima sedia a rotelle, dunque partendo già da un handicap per quanto riguarda l’attività sportiva. Ma il successo dell’associazione poggiomarinese porta anche il nome di Emiliano Langella e Giovanna D’Avino che in coppia hanno conquistato il titolo show dance combinato unico. Emiliano, un ragazzo gioioso e determinato affetto da sindrome di down, si è costruito la sua vittoria con il lavoro costante. Da anni alla corte del Maestro Cretoso, infatti, si era più volte piazzato nelle gare importanti fino a raggiungere l’altro giorno il suo personale scudetto.

E la Gabry Dance ha esultato anche per la categoria Show Dance gruppo B dedicato ai ragazzi con disabilità intellettiva e relazionale; show dance combinato in cui gli atleti di Poggiomarino hanno monopolizzato il podio riuscendo a superare i ragazzi arrivati da tutto lo Stivale; e ancora in altre due categorie della specialità dove i giovani guidati da Cretoso hanno sbaragliato la concorrenza. Ed un risultato importante, inoltre, è giunto per quanto riguarda la competizione di bachata a cui hanno preso parte Mario, giovane con disabilità intellettiva, ed Irene, ragazza invece con invalidità motoria. Quella di Poggiomarino è stata l’unica coppia formata da entrambi i ballerini disabili e senza quindi contare sugli accompagnatori. E nonostante ciò Mario ed Irene si sono classificati al quinto posto su un totale di dodici coppie partecipanti.

I podi sono invece arrivati nei balli di coppia, dove i ragazzi dell’associazione hanno dato il meglio raccogliendo secondi e terzi posti a raffica. Insomma, un bottino di grosso rispetto, dove Poggiomarino è apparsa l’America dell’atletica leggera ma coniugata alla danza sportiva paralimpica. E quest’anno l’esperienza dei campionati italiani di categoria è stata molto vissuta anche dal pubblico. Negli otto giorni di competizioni, infatti, il complesso Rimini Fiera ha fatto registrare qualcosa come ventimila accessi. Tante le persone che quindi hanno potuto vedere da vicino ed ammirare gli atleti e ballerini della Gabry Dance. E adesso non resta che tornare a casa per ricevere il calore e la festa che Poggiomarino ha già preparato per i suoi nuovi eroi sportivi.

disabili poggiomarino