È morto dopo 48 ore di agonia il capo cantoniere dell’Anas, Giovanni Polise di Somma Vesuviana, travolto da un autocarro mentre nella serata di venerdì scorso si trovava lungo la carreggiata della statale 268 del Vesuvio, in direzione Angri . Sull’incidente, raccontato da Il Fatto Vesuviano, sono ancora in corso indagini.

Secondo i primi accertamenti della dinamica, un automezzo Anas, mentre era fermo sul margine della carreggiata stradale, è stato tamponato da un autocarro, con conseguente investimento e ferimento del capo cantoniere Polise, che in quel momento era fuori dal veicolo per attività di controllo e sistemazione di un guardrail.

Polise è stato subito trasportato all’Ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola e successivamente trasferito al San Giovanni Bosco di Napoli, dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Il decesso si è verificato dopo oltre 48 ore, per l’aggravarsi delle sue condizioni. Appena appresa la notizia, il presidente dell’Anas Gianni Vittorio Armani ha espresso le sue condoglianze e la sua vicinanza alla famiglia del capo cantoniere.

268 lavori