Striando, il Festival che fa bene: tra carri allegorici, sport e degustazioni

57

Dopo le polemiche dello scorso febbraio, con non poche frizioni tra l’amministrazione comunale da un lato e l’ente organizzatore dall’ altro, che portarono in occasione del Carnevale alla realizzazione di soli due carri allegorici rispetto agli storici cinque, a Striano sfileranno nuovamente i carri, in una variante del tutto nuova e insolita. Parliamo del Carnevale Estivo.

Infatti l’ente Carnevale Strianese guidato dal presidente Pietro Cordella, con il patrocinio del Comune,  ha organizzato l’evento denominato “Striando Il Festival che fa Bene” in programma il prossimo weekend dal 19 al 21 giugno 2015. La manifestazione si articolerà su tre temi principali nell’ arco di tutte e tre le giornate. Il primo tema è l’arte: saranno protagonisti i maestosi carri allegorici del Carnevale strianese, già  da anni affermatosi come il Carnevale numero uno in Campania, annoverato tra le migliori manifestazioni carnascialesche d’Europa, rientrante nel progetto  Carnval  Project e gemellato dal 2012 con lo storico Carnevale di Viareggio.

I carri sfileranno per le tre giornate in un circuito chiuso all’ interno dell’area evento allestita presso il Parco Verde in via Farricella. Secondo tema della kermesse sarà lo sport: una tre giorni dedicata alla promozione dello sport nelle varie discipline con esibizioni direttamente nella location allestita. A chiudere la manifestazione la 1° Maratonina del Carnevale Strianese. Il terzo e ultimo tema è il cibo sano: ci sarà  la promozione e  la degustazione di cibi e pesce sano alla base della dieta mediterranea, e dei cibi biologici, un’iniziativa  curata da un catering professionista per l’intero arco della manifestazione. Verrà approntata un’area ristoro con circa 1000 posti a sedere.

Striando il Festival che fa Bene sarà un evento di ampia visibilità, pubblicizzato nell’intera Regione Campania e che attirerà un notevole numero di visitatori, come auspicano gli organizzatori. Un’occasione per rilanciare una manifestazione molto importante nel panorama ludico-culturale di Striano, un vero laboratorio per sperimentarne la buona riuscita “fuori stagione”, per spegnere anche le polemiche che da alcuni anni accompagnano il Carnevale strianese.

A partire dal 2011,  quando la realizzazione di carri alti fino a 15 metri ha portato per ragioni organizzative e di sicurezza a impedirne la loro sfilata per le vie del centro cittadino, dirottandoli in periferia. Alimentando i malumori di tanti esercenti locali, che in virtù della scelta in questione, si sono sentiti tagliati fuori dall’ indotto commerciale che la manifestazione allegorica da sempre porta con sé.

striando

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE