Provano a forzare auto, trovati in possesso di arnesi per lo scasso e centraline modificate

78

Centraline, chiavini, cacciaviti, estrattori e quant’altro: tutto ben nascosto dietro al fanalino posteriore. È quanto hanno scoperto i carabinieri di Torre Annunziata la scorsa notte durante l’arresto di Pasquale Longobardi, 36enne stabiese, e Marco Dell’Annunziata 47enne napoletano, ritenuti responsabili di furto aggravato e possesso di strumenti atti allo scasso.

Una pattuglia di carabinieri ha bloccato i due intenti a forzare l’accensione di una Fiat Panda. Alla vista dei militari i due sono entrati di corsa nella loro vettura e hanno tentato di scappare. Ma sono stati inseguiti e bloccati dopo qualche centinaio di metri.

Nel corso della perquisizione dell’auto dei fermati i militari hanno notato uno strano movimento del fanalino posteriore sinistro. A questo punto il fanale è stato smontato e nel vano di carrozzeria sul parafango i carabinieri hanno trovato centraline (usate per sostituire quelle codificate durante i furti), cacciaviti, cavi e quant’altro necessario al furto di un’auto.

In pratica i due soggetti tenevano la ‘borsa dei ferri’ sempre pronta all’occorrenza, nascosta in modo da limitare il rischio di essere sorpresi in possesso del materiale illegale. Dopo le formalità di rito i due sono in attesa del rito direttissimo.

scassinatori auto

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE