Tenta di incassare, in maniera del tutto fraudolenta, un assegno intestato ad una terza persona e prova a farlo attraverso la detenzione di documenti contraffatti. Motivo per cui i carabinieri di Castello di Cisterna hanno denunciato un 44enne di Somma Vesuviana.

I militari sono stati chiamati dalla banca in cui l’uomo era entrato per provare a “trasformare” l’effetto in contanti. Inoltre, sempre a Somma, sono finiti nei guai una 38enne di Sperone, in provincia di Avellino, un 52enne ed un 37enne del luogo per guida senza patente.

carabinieri