Calcestruzzo del clan Fabbrocino, il Riesame scagiona l’ex assessore

919

L’ex assessore di Nola, Giampaolo De Angelis, non era membro attivo della Gifra ed anzi stava cercando di uscirne. È questo a scagionare l’ex delegato all’Urbanistica del Comune di Nola che finiì in manette nella maxioperazione che portò ad una decina di arresti del clan Fabbrocino operante tra il Vesuviano ed il Nolano.

Insomma, la posizione di De Angelis, finito nella bufera mesi fa, si ammorbidisce di parecchio al punto che il personaggio politico, accusato di essere prestanome della Gifra, venne scarcerato dopo pochi giorni dal blitz. La Gifra, in tal senso, è una delle aziende dei Fabbrocino che imponevano il calcestruzzo a numerose aziende del territorio. Nella retata fu arrestato anche Giovanni, figlio del boss Mario Fabbrocino.

arresti fabbrocino

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE