Non è mai troppo tardi per scegliere quale futuro dare alla battaglia della Terra dei Fuchi. Continuare la protesta tenendosi lontani da politica e istituzioni giudicate in molti casi “inaffidabili” o, al contrario, esporsi in prima linea per portare quella battaglia dentro la politica e le istituzioni. La questione “Terra dei Fuochi” non è un problema solo ambientale ed economico, è soprattutto un danno alla salute.

Venerdì 15 maggio alle ore 18:00, presso il Teatro  Comunale di Palma Campania si terrà un interessante confronto dal titolo “Terra dei Fuochi, Terra di menzogne, Terra di riscatto”, organizzato da “Centro Democratico”. Al dibattito interverranno Antonio Marfella, oncologo e tossicologo, membro dell’Associazione Medici per l’Ambiente, da anni in prima linea contro gli ecocrimini, l’assessore all’Ecologia del Comune di Palma Campania Filippo Carrella, l’Ingegnere Claudio Testera, autore del libro “E’ meraviglioso rivedere la luce”, Nicola Montanino, candidato alle  prossime elezioni regionali per il Centro Democratico e Paolo Petrella, direttore generale di “Agriselva”, produttori ortofrutticoli campani. Al convegno saranno illustrati nuovi strumenti da offrire alle aziende per la trasparenza dei prodotti agricoli.

«In una terra martoriata come la nostra – dichiara Nicola Montanino – manifestazioni di questo tipo hanno lo scopo di tenere altissima l’attenzione su questo annoso argomento. L’incidenza tumorale sulla nostra popolazione è un dato allarmante e non più accettabile. Occorre sensibilizzare il più possibile sia i cittadini che le istituzioni sulla gravità della situazione spronando chi di dovere a prendere ogni opportuno provvedimento utile a scongiurare definitivamente questo dramma. La politica sia sempre vigile». A moderare il dibattito il giornalista Samuele Ciambriello.

locandina terra dei fuochi