Somma, De Vita: «Valorizzare i reperti archeologici della città»


295

 



Lunedì 11 maggio, alle 17, presso il sito della Villa Augustea, alla presenza della cittadinanza e dell’amministrazione del sindaco Pasquale Piccolo, sarà scoperta una targa ricordo donata alla città di Somma Vesuviana dalla missione archeologica che si occupa degli scavi.

Sull’argomento è intervenuta Annamaria De Vita, candidata alle prossime regionali nella lista Noi Sud che sostiene il governatore uscente Stefano Caldoro e discepola del docente Antonio De Simone, vera e propri anima degli scavi che dà un ventennio danno lustro alla Città di Somma Vesuviana. «Sono molto felice per questa iniziativa, ho avuto l’onore di incontrare il professore De Simone al Suor Orsola Benincasa durante il mio percorso di studi e non posso che essere orgogliosa per quanto lui e l’Università di Tokio stanno facendo per i nostri territori. Da appassionata di archeologia e da candidata alle prossime regionali non posso che augurarmi che Somma Vesuviana abbia finalmente il suo Antiquarium, magari da allocare in parte del Castello d’Alagno, nel quale esporre i reperti archeologici rinvenuti in questi anni di scavi», conclude la De Vita.

Annamaria De Vita è nata a Napoli il 26 dicembre del 1971. Ha sempre vissuto a Somma Vesuviana dove attualmente risiede. Sposata e madre di tre bambini ha conseguito la laurea in Conservazione dei Beni Culturali presso l’istituto Universitario Suor Orsola Benincasa con tesi sperimentale in Archeologia Medievale. Ha conseguito inoltre il diploma dei Servizi Turistici. Ha frequentato l’International Accademie a Londra. Negli anni ha svolto corsi di tecniche e modalità dei materiali ceramici altomedioevali. Ha partecipato alla campagna di scavi nel Parco Archeologico di Poggibonsi in provincia di Siena. È stata guida accompagnatrice volontaria presso il sito archeologico di San Vincenzo al Volturno in provincia di Isernia.

Ha conseguito un Master sulle “Strategie e Metodologie didattiche per l’insegnamento” e dal 2012 l’idoneità al concorso a cattedra. Nel biennio 2012-2013 ha collaborato con l’assessorato alla Cultura di Somma Vesuviana lavorando a vari progetti di valorizzazione sia del patrimonio storico, artistico e archeologico che folcloristico del territorio sommese.

de vita

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE