Salvaguardare la città in attesa che i netturbini tornano al lavoro. In poche parole è questo l’appello del sindaco, Vincenzo Catapano, che sta cercando in tutti i modi di reggere la difficile situazione igienica in città con gli operai della ditta di rimozione rifiuti che torneranno al lavoro solo domani dopo il weekend di agitazione.

Al momento il primo cittadino ha chiesto alla popolazione di non gettare l’immondizia, in sostanza di “tenersela in casa” fino a quando i netturbini non torneranno a fare il proprio compito. La protesta nasce dai mancati pagamenti alla ditta che effettua il servizio.

Già da qualche giorno molti cittadini sangiuseppesi lamentano cumuli di immondizia in strada e la frazione di raccolta differenziata quotidiana non rimossa. Ancora 24 ore di sofferenza e l’allarme igienico dovrebbe rientrare.

rifiuti sangius