Avrà luogo domani giovedì 21 maggio, nella sala consiliare del Comune, il “Dipendenze day”. Una giornata istituita dall’Amministrazione contro tutte le forme di dipendenze, in particolare quelle legate alle nuove tecnologie quali internet, cellulari, social network e videogiochi, nonché quelle derivanti dal gioco d’azzardo. La manifestazione è rivolta agli alunni delle scuole medie e superiori.

L’evento rientra tra gli obiettivi dell’Ente che intende proseguire nel lavoro sinergico con le scuole e le parrocchie, per affrontare le grandi tematiche giovanili e sociali del nostro tempo, le cui cause, molto spesso, sono da ricercare anche nella crisi economica che, negli ultimi anni, ha coinvolto la classe media. Lo scorso 18 aprile, infatti, è stato inaugurato il ciclo delle manifestazioni con un primo convegno su “Uso ed abuso dell’alcool nei giovani”, che ha riscontrato una buona partecipazione.

La giornata è strutturata in due parti: la mattinata, dalle 9,30, è rivolta agli alunni delle scuole medie e secondarie del territorio e non solo. Si discuterà delle nuove dipendenze in modo interattivo ed i ragazzi avranno un ruolo centrale attraverso il racconto di esperienze personali. Il pomeriggio, invece, dalle 16,30, è rivolto ai genitori: si discuterà di come comprendere i primi segnali che i figli manifestano e di come aiutarli a fronteggiare la fase dell’adolescenza. Un altro spazio importante sarà attribuito alla ludopatia: conoscere i sintomi e riconoscere i campanelli d’allarme che spingono a questa forma di dipendenza, aiutare e supportare la persona affetta a ristabilire il sistema familiare che ne subisce i danni.

Relatrice del convegno è Florinda Maione, psicologa e psicoterapeuta, presidente Siipac Lazio (Società Italiana di intervento sulle Patologie Compulsive), un’associazione Onlus che ha come obiettivo principale quello di svolgere attività di sostegno, formazione e facilitazione dello sviluppo dell’autonomia psicofisica, sociale e lavorativa delle persone in situazioni di disagio. La Dott.ssa Maione guiderà a Sant’Anastasia uno “Sportello Ascolto” dedicato alle nuove forme di dipendenze. Sarà un esperimento per l’Ente per poi valutare il modo in cui risponderà il territorio.

«Questa giornata è stata fortemente voluta dal Comune di Sant’Anastasia, in particolare dall’assessorato alla Cultura e quello alle Politiche Sociali – spiega l’assessore Cettina Giliberti – Sarà un momento di riflessione e l’inizio di un nuovo percorso che possa essere d’aiuto alle tante famiglie che soffrono a causa soprattutto delle dipendenze da gioco, che intaccano l’intero sistema familiare e non il singolo individuo. Da psicoterapeuta ho riscontrato sul territorio molte famiglie affette da tali patologie e credo che le Istituzioni debbano intervenire fornendo mezzi di supporto. Dietro ogni vincita ci sono tante perdite e sconfitte e mi auguro che la giornata di domani sia da esempio per l’intera comunità».

«È importante sostenere iniziative come quella di domani che riguarderà le principali forme di dipendenze – dice il sindaco Lello Abete – in particolare quella dal gioco d’azzardo. Ci rivolgeremo infatti anche agli adulti e ai genitori affinché si possa arginare tale fenomeno. Ringrazio in modo particolare l’assessore Giliberti per il suo impegno in questa iniziativa ed invito la cittadinanza tutta ad essere presente».

Giliberti