«I cittadini di San Gennarello si sentono più vicini a San Giuseppe Vesuviano e ad Ottaviano». E ancora: «Invece di promuovere candidati del territorio, si sostengono persone che vivono a decine di chilometri da qui». Tanto è stato sufficiente a fare scoppiare la bagarre e quasi persino un “incidente diplomatico” tra San Giuseppe Vesuviano e Ottaviano.

Pomo della discordia il discorso elettorale tenuto giovedì sera a San Gennarello, dove ha parlato Nello De Lorenzo, presidente del consiglio comunale sangiuseppese e candidato al consiglio regionale della Campania per cui si vota domani. Ma nella giornata di silenzio elettorale non è mancata la polemica, senza riferimento diretto alla propaganda: un caso che è proseguito su Facebook.

Dapprima il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, ha scritto: «Io voto Caldoro e Forza Italia perché milito in questo partito e nel centrodestra. Ritengo il nostro Governatore l’unica persona capace di guidare con intelligenza e competenza la Regione e credo nel progetto politico liberale di Forza Italia. Il governo regionale ha aiutato Ottaviano, ha sbloccato i fondi per via Cesare Ottaviano Augusto, ha consentito il finanziamento di altri progetti, ha investito su tutta l’area vesuviana. Ben lontane dalla coerenza e i fatti, ci sono le chiacchiere».

De Lorenzo ha invece replicato a chi gli faceva notare di avere “denigrato” Ottaviano: «Non mi permetterei mai – ha scritto – mi sembra solo strano sostenere chi non vive il nostro territorio».

de lorenzo capasso