Incredibile Paola Raia, che sembrava pronto al passaggio dal sostegno a Stefano Caldoro a quello per Vincenzo De Luca. Ma fatta fuori dalle liste più vicine allo “sceriffo”, la consigliera regionale uscente ha rifiutato all’ultimo le avances di Ciriaco e Giuseppe De Mita per entrare nella lista dell’Udc.

Altra vittima dello scudo crociato è l’altro uscente, Carmine Mocerino. Dopo il passaggio dall’Udc da De Luca, infatti, l’imprenditore sommese ha abbandonato il progetto centrista ed è stato inserito nella lista di Caldoro Presidente. Tutto confermato per Gino Cimmino, candidato con il Pd. Completa il quadro dei sommesi, Annamaria De Vita per Noi Sud.

cimmino mocerino