Un ristorante abusivo con tanto di cucina, deposito per conservare gli alimenti, tavoli, sedie e pareti divisorie. Naturalmente tutto abusivo, così come l’intera attività era condotta senza nessuna autorizzazione. A gestire il locale un 30enne bengalese, che aveva fittato uno piccolo edificio nel cuore di Palma Campania, in via San Felice.

A scoprire il ristorante abusivo la polizia municipale palmese, che ha denunciato lo straniero, ed un 62enne del posto che aveva fittato lo stabile proprio all’immigrato. A segnalare un continuo andirivieni sono stati alcuni cittadini che oltre alle tante persone avvistate ad ora di pranzo, sentivano anche i forti odori della cucina del Bangladesh, davvero molto speziata.

In totale si tratta di un edificio di centro metri quadrati, disposto su due piani e dove naturalmente c’erano grandi carenze dal punto di vista igienico.

polizia municipale