Metrò a Napoli, una targa per ricordare l’operaio di Boscoreale morto durante i lavori


390

 



Con una settimana di ritardo a causa della strage di Miano avvenuta lo scorso 15 maggio, non alla presenza del premier Matteo Renzi ma del ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, è stata inaugurata a Napoli la stazione di piazza Municipio della Linea 1 della metropolitana cittadina.

Una giornata importante per i partenopei, ma con celebrazioni sobrie in ricordo di Salvatore Renna, l’operaio di Boscoreale morto durante i lavori di realizzazione dell’opera. «Siamo soddisfatti e contenti per l’inaugurazione della stazione Municipio, ma non ci piace l’idea del taglio del nastro e dei festeggiamenti: con noi ci sono la moglie e le figlie di Salvatore Renna – ha detto il sindaco Luigi de Magistris – Se oggi siamo qui è merito di chi ci ha messo la faccia, parlo di centinaia di operai, e anche di chi ci ha rimesso la vita».

E proprio in ricordo del lavoratore morto, su iniziativa dell’amministrazione comunale, dal 2 giugno «ci sarà per sempre una lapide per ricordare Renna». «Nel 2015 questa è l’opera di maggiore valenza nazionale – ha aggiunto il sindaco nel suo discorso – C’è stato un lavoro di collaborazione istituzionale molto significativo ma da un cantiere che si apre, ne esiste un altro da raggiungere: penso a Centro Direzionale-Capodichino e San Pasquale-Fuorigrotta. Un’opera fondamentale e strategica per i cittadini».

«Siamo molto soddisfatti. Questo – ha proseguito de Magistris – è il risultato conseguito in un momento storico particolarmente difficile in cui tanti operai perdono il lavoro” e rivolgendosi poi direttamente al ministro Delrio, il sindaco ha concluso: «Napoli è anche una città industriale, non riesco a immaginarla senza un futuro industriale. Senza l’industria e il lavoro non ci può essere sviluppo per Napoli e per il Mezzogiorno».

linea 1 metropolitana

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE