Il Tar della Campania annulla la nomina dell’assessore Pietro Ghirelli, delegato dal sindaco Vincenzo Catapano per la protezione civile, prevenzione calamità e disastri ambientali, politiche ecologiche e ambientali, igiene e decoro urbano, raccolta differenziata dei rifiuti, isola ecologica e immigrazione. Il motivo è semplice, mancano le quote rosa.

Il tribunale amministrativo regionale, dunque, accoglie il ricorso ed in sostanza annulla la nomina di Ghirelli che era arrivata l’indomani delle dimissione dell’ex assessore Pietro Ferraro, pervenute ufficialmente per motivi personali. Insomma, una bella batosta per l’Amministrazione di San Giuseppe Vesuviano che secondo il Tar si trova a lavorare da gennaio con una Giunta irregolare per violazione del principio di parità di genere.

Secondo la legge, infatti, nei Comuni con almeno tremila abitanti, il 40% dei membri deve essere di sesso femminili, mentre nella città vesuviana, sindaco compreso, operano cinque uomini ed una sola donna. Dunque, dopo l’addio di Ferraro sarebbe stato opportuno nominare una donna. Naturalmente si attende l’esito del ricorso da parte dell’Amministrazione per dare una sentenza definitiva sul caso.

comune san giuseppe ghirelli