Si attende solo l’ok del consiglio comunale al progetto del sindaco Leo Annunziata e dell’assessore al ramo, Gerardo Aliberti. L’assemblea di Poggiomarino si riunirà nei prossimi giorni a riguardo del comodato d’uso per l’area di Longola finanziata dall’Unione Europea con due milioni di euro.

Insomma, per i prossimi 20 anni il villaggio sarà, in tutta probabilità, del Comune di Poggiomarino che intanto ha chiuso ed assegnato la gara per i lavori del parco archeologico da realizzare sull’area dove sono venuti alla luce reperti risalenti all’era preistorica. La società che si è aggiudicata il bando ha affermato che completerà le opere entro 120 giorni, dunque è probabile che il sito potrà essere fruibile a cittadini e visitatori già entro la fine del 2015.

Soddisfatto l’assessore Aliberti, che commenta: «Stiamo lavorando a questo progetto da quatto anni, e non è stato semplice, perché sono ben 7 gli Enti coinvolti e con i tempi della nostra burocrazia, è stato veramente un miracolo riuscire nell’obiettivo che ci eravamo prefissati. Longola darà nuovo impulso a Poggiomarino ed alla città limitrofe, apportando una crescita dal punto di vista economico, sociale e culturale».

Nei prossimi giorni, subito dopo l’ok dell’assise cittadina, il sindaco Leo Annunziata incontrerà il sovrintendente Massimo Osanna per firmare la convenzione relativa al comodato d’uso.

Longola