È quello di Vincenzo De Luca il nome più noto tra i 17 candidati alle Regionali indicati dalla Commissione antimafia perché non rispondenti ai requisiti fissati dal Codice etico di autoregolamentazione che tutti i partiti si erano impegnati a rispettare.

«Dagli atti trasmessi dal procuratore di Salerno», scrive la Commissione a proposito dell’ex sindaco di Salerno, risulta che «pende un giudizio a suo carico per il reato di concussione continuata commesso dal maggio 1998 e con condotta in corso (e altri delitti, quali abuso d’ufficio, truffa aggravata, associazione per delinquere).

La prossima udienza è fissata per il 23 giugno 2015. La procura di Salerno ha comunicato, con nota del 25 maggio 2015, che l’imputato de Luca «ha rinunciato alla prescrizione relativamente ai delitti per i quali era maturato il relativo decorso».

E per la commissione parlamentare Antimafia è “impresentabile” anche Antonio Agostino Ambrosio, candidato con Forza Italia e due volte sindaco di Sa Giuseppe Vesuviano. «È stato condannato con sentenza di patteggiamento per concussione, reato poi dichiarato estinto grazie ai benefici per chi accede al patteggiamento, tra cui l’estinzione del reato se il condannato non commette, per un certo tempo, altri reati; e per tentata concussione commessa il primo maggio 2010 a San Giuseppe Vesuviano, è stato disposto il giudizio nei suoi confronti e l’udienza è fissata per l’1 luglio 2015». Ambrosio, sul suo profilo Facebook, ha tuttavia pubblicato il proprio casellario giudiziario, in risposta alla commissione e particolarmente a Rosy Bindi che ha guidato i lavori.

Ecco i nomi di tutti gli “impresentabili”: 13 sono candidati in Campana, 4 in Puglia: Ambrosio Antonio (Forza Italia); Passariello Luciano (Fratelli d’Italia); Ladisa Fabio; Nappi Sergio (Caldoro Presidente); De Luca Vincenzo (candidato centrosinistra presidenza consiglio regionale); Errico Fernando (Ndc per Caldoro); Lonardo Alessandrina (Forza Italia); Plaitano Francesco (Popolari per l’Italia); Scalzone Antonio (Popolari per l’Italia), ufficialmente ritirato; Viscardi Raffaele (Popolari per l’Italia); Elefante Domenico (Centro democratico-De Luca); Palmisano Enzo; Iacolare Biagio (Udc); Copertino Giovanni; Oggiano Massimiliano; Grimaldi Carmela (Campania in rete per De Luca); Gambino Alberico (Fratelli d’Italia).

ambrosio casellario