Quando sono arrivati i carabinieri la donna era piena di lividi e ferite: a ridurla in questo stato il marito, M.S. di 46 anni, che è stato arrestato dalle forze dell’ordine dopo l’ennesima aggressione perpetrata ai danni della coniuge, una 37enne di Palma Campania, nonostante le grida di paura della loro bambina di 8 anni che a lungo ha pregato il padre di farla finita.

L’uomo, tuttavia, si è fermato soltanto quando aveva esaurito la sua rabbia cieca, dopo avere ridotto malissimo la moglie. Sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Palma Campania, allertati da alcuni vicini che aveva sentito le grida ed il rumore delle botte. M.S. è stato ammanettato, mentre la povera donna è stata trasportata all’ospedale di Nola, dove è stata curata per lesioni guaribili in dieci giorni.

La 37enne ha poi raccontato ai carabinieri che non si è trattato del primo episodio di aggressione domestica subito tra le mura domestiche, e che anzi più volte la stessa vittima aveva nascosto le violenza del marito, nella speranza che l’uomo potesse cambiare atteggiamento.

violenza