Solitamente succede il contrario, e cioè che l’opposizione critichi la maggioranza a riguardo della staticità e delle empasse, soprattutto in consiglio comunale. Ma stavolta, a San Gennaro Vesuviano, la polemica in merito alle “assemblee fantasma” giunge dalla maggioranza e per bocca del consigliere Carmine Castaldo Tuccillo.

«Nel corso del consiglio comunale che doveva svolgersi appena pochi giorni fa – spiega il consigliere – c’erano alcune discussioni molto importanti per il futuro di San Gennaro, ma la minoranza in larga parte non si è presentata. C’erano in programma l’approvazione per la costruzione del centro polivalente voluto da don Aniello Nappi, ed il regolamento sulle antenne telefoniche che tra l’altro è uno dei “cavalli di battaglia” del MoVimento 5 Stelle».

E proprio su quest’ultimo punto, Castaldo Tuccillo è particolarmente attento: «Probabilmente gli stessi pentastellati non si sentivano pronti a discutere il punto in questione, mentre frattanto noi dalla maggioranza stiamo ancora aspettando il loro regolamento per fare un confronto con quello che abbiamo redatto».

municipio san gennaro