I giudici della Corte di Appello hanno condannato a 18 anni di reclusione il cittadini cinese Yang Ykao Meng, che cinque anni fa ammazzò a coltellate il connazionale Tu Jinguang all’interno di un ristorante di via Zabatta. Un delitto che allora sconvolse tutta la città, e non solo la comunità orientale, per l’efferatezza del delitto.

In primo grado il 42enne venne condannato all’ergastolo che è stato poi trasformato ad una reclusione di 18 anni perché giudicato come delitto di impeto. Yang Tkao Meng trafisse la vittima con numerose coltellate dopo una lite durissima per motivi di gioco che poi sfociò nel sangue.

omicidio cinese