Tanta partecipazione, rabbia e commozione, ieri mattina, ai funerali della bimba morta nel grembo della madre, quando la donna era ormai arrivata al nono mese di gravidanza. Il feretro bianco e piccolissimo della bimba mai nata è stato benedetto presso la cappella Marciano in via Casamiranda, dove si sono riuniti familiari ed amici della coppia che ha perso la proprio quartogenita.

Un caso che è diventato cronaca, perché anche la mamma, Francesca Rea di 32 anni, ha rischiato la vita, restando per diversi giorni in terapia intensiva. Ed è proprio l’intero quadro che ha spinto il papà, Joseph Busiello, a sporgere denuncia ai carabinieri che frattanto hanno iscritto sette tra medici ed infermieri nel registro degli indagati: si tratta naturalmente del personale della clinica di Massa di Somma dove la donna avrebbe dovuto partorire.

Presenti ai funerali anche l’assessore alle Politiche sociale del Comune di Sant’Anastasia, Cettina Giliberti, che insieme al sindaco Lello Abete ha seguito da vicino l’intera vicenda che ha sconvolto la comunità anastasiana.

feretro bianco