Sono al lavoro i carabinieri per trovare i responsabili dei lunotti e dei vetri delle automobili parcheggiate in strada e che di notte vengono distrutti a colpi di grosse pietre lanciate contro i veicoli. È accaduto ancora a Poggiomarino, dove di recente sono state danneggiate seriamente due autovetture in sosta in via Iervolino.

Si tratta di due Fiat Punto, i cui proprietari hanno soltanto avuto la sfortunata di avere messo l’utilitaria laddove è caduto l’occhio tanto stupido quanto maligno delle gang che si divertono provocando situazioni del genere. Non è la prima volta, infatti, che nella città agrovesuviana accade un fatto simile. Anzi, sta diventando una vera è proprio escalation: secondo quanto raccolto è già il quinto caso nel giro di qualche settimana.

Al momento i militari dell’Arma non possono fare altro che spulciare tra le immagini registrate da qualche telecamera di videosorveglianza presente in zona, alla ricerca di indicazioni che possano condurre agli autori dei raid senza alcun senso. Ad oggi, infatti, nessuna delle utilitarie danneggiate a colpi di sassi è stata successivamente fatta oggetti di razzie né sono stati compiuti dei furti. L’ansia, intanto, cresce in tutta la città poggiomarinese.

auto distrutte (1)