Terra dei Fuochi, Palma Campania rafforza i controlli sul territorio


272

L’Amministrazione comunale di Palma Campania ha dato il via ad un programma di controllo sul territorio non solo per il corretto conferimento dei rifiuti solidi urbani ma anche per scongiurare incendi che si trasformano in roghi di natura tossica. Alla presenza dell’Incaricato del Ministero degli Interni, il viceprefetto Donato Cafagna, l’Amministrazione comunale, di concerto con l’Associazione Guardie Ambientali d’Italia – Sezione Provinciale di Napoli, firmataria del Patto ha presentato il percorso formativo che vede impegnati cittadini residenti in qualità di volontari, chiamati a svolgere una attività di dissuasione ma anche di contrasto al fenomeno dei roghi tossici in stretta collaborazione con il comando della polizia locale.



«L’iniziativa rientra in quei programmi che l’Amministrazione ha inteso attuare per dare soprattutto una spinta verso un modello comportamentale di ogni singolo maggiormente riguardoso dell’ambiente e della natura – così ha commentato l’assessore all’Ambiente, Filippo Carrella – Il potenziamento del controllo si è reso possibile, infatti grazie all’adesione che l’Amministrazione Comunale ha dato al cosiddetto Patto della terra dei Fuochi, immediatamente recepito dal Settore Ambiente di questa Amministrazione». Il primo cittadino, visibilmente soddisfatto, ha sottolineato l’importanza dell’azione intrapresa e il fondamentale contributo che l’Organizzazione di volontariato firmataria, si appresta a trasferire attraverso il percorso formativo ai cittadini palmesi. Un programma che vede coinvolti apparati del Corpo Forestale dello Stato, Arpa Campania, Istituto Zooprofilattico, CNR, Croce Rossa Italiana e il Comando della Polizia Locale. «Puntiamo quindi – ha detto – a scoraggiare l’abbandono indiscriminato sul territorio di rifiuti di ogni genere, gran parte sversati da non residenti, restituendo così il decoro alle strade cittadine nella consapevolezza comprovata del grande senso civico e di collaborazione dei cittadini palmesi».

«La centralità del volontariato e la collaborazione delle amministrazioni locali, possono rappresentare per il futuro un efficientissimo strumento per rispondere in maniera fattiva e concreta alle necessità ambientali dei nostri territori. Così ha concluso il viceprefetto Cafagna durante il suo intervento per incitare l’Amministrazione comunale e i cittadini interventi alla cerimonia. Un incitamento che Cafagna porta in giro su tutto il territorio della Campania, colto con entusiasmo particolare a Palma Campania anche dal parroco don Antonio Nunziata  che ha salutato i presenti invocando la difesa del creato.

carbone

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE