Passano da quattro anni e due mesi di condanna ad appena un anno e quattro mesi: un sconto di pena importante in termini di tempi ottenuto dai fratelli Scipione e Giuseppe Borriello e da Francesco Mandiello, che furono arrestati nel 2012 perché spacciavano davanti alle scuole di Boscoreale, dunque visibili anche dai bambini.

Secondo le investigazioni dei carabinieri della stazione di Boscoreale, infatti, i tre avrebbero avuto l’abitudine di vendere droga all’esterno delle scuole quali l’elementare Castaldo di via Passanti Flocco e davanti ad altri plessi del Piano Napoli.

Durante le fasi del processo il pubblico ministero aveva chiesto tre anni di detenzione, ma la pena è stata ridotta ance grazie alla parziale depenalizzazione per la detenzione e lo spaccio di marijuana.

droga scuole