Via alla gara di appalto per il restauro della chiesa della Madonna dell’Arco di Civita Giuliana. A darne notizia è il quotidiano “Roma”, che illustra il progetto nei minimi particolari. Di recente, infatti, il luogo sacro è apparso fortemente degradato oltre a fare emergere problemi anche dal punto di vista della regolare stabilità.

«Tra i lavori da effettuare ci sono il restauro e il consolidamento dell’edificio religioso e degli elementi architettonici esistenti – scrive il “Roma” – l’inserimento di nuovi elementi architettonici; l’arredo e l’allestimento degli interni; la realizzazione di impianti tecnologici. Inoltre, verrà recuperato il giardino nel pieno rispetto della vegetazione preesistente, in gran parte conservata, ma anche tramite l’eliminazione di tutte le superfetazioni che caratterizzano il luogo. Per i due giardini è previsto un ripristino del tappeto erboso con la messa a dimora delle alberature, la rimozione delle serre esistenti e la realizzazione di un percorso in terra battuta. Poi dovrà essere riqualificata l’area del sagratoattraverso la rimozione della recinzione esistente; la realizzazione di una rampa di collegamento tra la chiesa e il marciapiede; la nuova pavimentazione in basoli. Nel giardino principale, infine, sorgerà un piccolo padiglione espositivo».

La base d’asta è quasi due milioni e si procederà con il ribasso, ma le imprese partecipanti potranno anche proporre dei miglioramenti al progetto che saranno decisivi per l’affidamento della commessa finanziata con fondi Fesr.

civita giuliana