Insieme ad un complice rapinò un cittadino cinese in via Iervolino, portandogli via soldi ed altri effetti personali. Oggi il 17enne M.B., che diventerà maggiorenne ad agosto, è tornato nel centro di prima accoglienza per minori dei Colli Aminei a Napoli.

Ad eseguire l’ordinanza di arresto sono stati i carabinieri della stazione locale agli ordini del maresciallo, Andrea Manzo. Il ragazzo aveva già scontato 3 mesi e 29 giorni di reclusione ma resta un residuo di pena per cui è stato nuovamente ammanettato dai militari dell’Arma. Il fatto avvenne nel 2013 quando il “baby-rapinatore” non aveva neppure compiuto 16 anni.

I due, il 17enne ed il complice maggiorenne, attaccarono il cittadino cinese con oggetti contundenti trovati sul posto al fine di farsi consegnare i soldi e gli altri oggetti che la vittima aveva addosso.

Carabinieri Poggiomarino