Pollena, torna “Piantiamo un albero”: sarà anche liberata una poiana ferita e curata


271

L’associazione “Liberi Pensieri” ha organizzato per il secondo anno consecutivo la manifestazione “Piantiamo un albero”, che si terrà nell’area a ridosso del sito geologico dei conetti vulcanici, domenica 15 marzo a partire dalle 10. «Gli alberi che verranno piantati sono l’alloro, il bosso viburno, la canfora, il rosmarino, la lavanda, il carrubo, per un numero complessivo di 200 esemplari – spiega il presidente di Liberi Pensieri, Gianni Ognibene – Lo scorso anno furono piantati alloro, pioppi, gelsi neri e agazzini: il nostro obiettivo è riportare l’area del Carcavone alla condizione precedente il rogo che la devastò anni fa».



In occasione della giornata “Piantiamo un albero” sarà rimessa in libertà una poiana, esemplare di uccello rapace di specie protetta tipico del Parco Nazionale del Vesuvio, ritrovata in fin di vita il 20 gennaio dello scorso anno. Il rapace fu ferito da un bracconiere e soccorso da un cittadino fu poi affidato all’associazione Liberi Pensieri. Operato presso l’ospedale Frullone di Napoli dopo l’interessamento del Cras di Napoli, ha trascorso nel nosocomio la degenza ed oggi è di nuovo in grado di volare. Per la poiana l’associazione Liberi Pensieri ha scelto tre nomi, messi al voto di tutti gli alunni dell’Istituto comprensivo “Gaetano Donizetti”. Domenica, la dirigente scolastica Angela Rosauro, leggerà l’esito della votazione e quindi il nome che sarà assegnato al rapace all’atto della liberazione: i ragazzi sceglieranno tra Libera, Vivace e Celeste. La manifestazione è stata patrocinata dal Comune di Pollena Trocchia.

«L’amministrazione comunale continua a sostenere con convinzione le iniziative dell’associazione Liberi Pensieri, volte alla salvaguardia e alla valorizzazione del nostro patrimonio storico-naturalistico», dice il sindaco Francesco Pinto.

piantiamo albero

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE