È stato ucciso circa un mese fa da uno choc anafilattico, ma il grande di cuore di Palma Campania consentirà al piccolo di essere sepolto in Bangladesh, nella sua terra d’origine. A raccontare il fatto è Comunicare il Sociale.

Il piccolo di soli 4 mesi, infatti, è deceduto in seguito ad una crisi respiratoria e da allora le associazioni locali che si occupano di integrazione e cooperazione si sono attivate per consentire ai genitori bengalesi di potere portare la salma del neonato in Bangladesh. Un appello raccolto dai cittadini di Palma Campania che sono riusciti a mettere insieme 4.200 euro utili non solo al trasporto del corpo senza vita del piccolo, ma anche per portare i genitori nel proprio Paese per assistere al rito della sepoltura,

Un gesto davvero importante, quello dei cittadini palmesi, se si considerano le polemiche che da tempo esistono in città per la folta presenza della comunità bengalese: una presenza che talvolta fa anche storcere il naso.

bengalesi