La rabbia del sindaco di Striano: «Lotto da solo contro le vasche di laminazione del Sarno»


229

«Sono rimasto praticamente da solo a lottare contro le vasche di laminazione. Solo Striano, infatti, ha ancora una volta ribadito il suo “no” alle opere che certamente non daranno miglioramenti alla nostra città e che anzi rischiano invece di peggiorare le cose». Mastica amaro il sindaco strianese, Aristide Rendina, uscito dall’ennesima conferenza dei servizi programmata in merito al Grande Progetto Fiume Sarno.



Qui, ancora una volta, il primo cittadino ha ribadito la propria opposizione senza neppure prendersi il tempo per valutare gli aggiustamenti proposti da Arcadis, come invece hanno scelto di fare le altre località prossime che come Striano saranno coinvolti dal piano. È prevista la realizzazione dei mega-bacini che raccoglieranno le acque piovane per evitare allagamenti nella zona di Scafati e di altri comuni limitrofi. Un progetto che prevede però importanti espropri di terreni considerati molto fertili per i prodotti tipici dell’area agrovesuviana, oltre naturalmente a costruire le vasche di laminazione in cui arriveranno reflui del fiume Sarno, dunque acque inquinate.

«Continuerò a battermi contro questa scelta», conclude il sindaco Rendina, già autore anche di un ricorso al Tar contro il “Grande Sarno”.

rendina

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE