“Furbetti” del fisco a San Giuseppe: 81 tra cinesi e marocchini sono introvabili per Equitalia


182

Cinesi e cittadini del Nordafrica “scappano” da Equitalia, sono introvabili, irrintracciabili anche per le fitte maglie della società di riscossione dei crediti: sono mesi, infatti, che a San Giuseppe Vesuviano arrivano cartelle esattoriali senza che il destinatario sia trovato, anche quando si tratta di aziende, spesso intestate proprio a cittadini orientali e maghrebini. Equitalia, infatti, non riesce a consegnare qualcosa come 81 tra atti di citazione e cartelle esattoriali a contribuenti che avevano in passato un domicilio, una residenza o un’attività imprenditoriale proprio nella località vesuviana e per questo è stato chiesto anche il sostegno del Comune nel tentativo di individuare insieme dove recapitare le missive che ormai stanno diventando un po’ troppe, un ricco “malloppo” di carte che vale addirittura un centinaio di migliaia di euro.



E su 81 debitori oltre cinquanta sono cinesi, una ventina invece tra marocchini e algerini e solo il restante italiani. La prima consegna, come sempre avviene, è stata infatti commissionata a Poste Italiane che dopo il tentativo di recapito, non trovando nessuno agli indirizzi stampati sulle buste, ha così lasciato l’avviso di giacenza nelle cassette postali. Ma gli 81 plichi non sono mai stati ritirati, così dopo avere rispedito tutto al mittente, Equitalia ci ha riprovato, ma i destinatari non risultano più avere alcun indirizzo in cui essere raggiunti all’interno del Comune di San Giuseppe Vesuviano. In prevalenza si tratta di persone che non avrebbero pagato, secondo gli incartamenti, le giuste quote delle più disparate tasse ed all’interno ci sono molti commercianti a cui vengono contestati i mancati esborsi in termini di Iva e di contributi per i lavoratori. Dunque, quanto normalmente accade e che difficilmente però non arriva a destinazione.

Al momento Equitalia ha redatto degli elenchi che ha poi inviato al Comune sangiuseppese in cui indica gli atti mai pervenuti, oltre ai nomi dei destinatari. Insomma, un ultimo modo per provare a risalire a chi deve soldi allo Stato: e chissà che in qualche caso non si tratti proprio di furbetti che hanno architettato qualche particolare piano per sfuggire agli agenti di riscossione. Già in passato, infatti, in città limitrofe a San Giuseppe Vesuviano erano stati registrati fatti simili, situazione del tutto uguali e dove i debitori non sono mai stati trovati, a sprezzo degli onesti contribuenti che invece vengono tartassati fino allo stremo ed anche oltre le singole possibilità economiche.

laboratorio cinese

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE