Si fingevano poveri per ottenere sussidi, prestazioni sociali, perfino contributi per far studiare i figli. Tutto falso: la Guardia di Finanza ha accertato tre casi di false auto-certificazioni sugli effettivi redditi posseduti. Ingannati, oltre al fisco, i Comuni di Quarrata e San Marcello Pistoiese, tra cui un uomo di Ottaviano residente da qualche tempo in Toscana.

A Quarrata i militari hanno scoperto che una persona aveva attestato falsamente di non essere proprietaria di abitazione in modo da accedere al contributo per il diritto allo studio, mentre risultava intestataria di due immobili proprio a Ottaviano, affittati per una rendita di 12.000 euro annui.

finanza